martedì 27 settembre 2016

Settembre 2016, studio di vettura Prototipo (double step plane, double skirts).

Settembre 2016. 

Studio di vettura Prototipo non conforme ad alcun Regolamento Tecnico vigente. 

Caratteristiche principali:

- La vettura si presenta compatta e assai bassa. Abbiamo ipotizzato una larghezza particolarmente generosa, attorno ai 2,10 metri. Cerchio in lega anteriore, in carbonio posteriore. Motore aspirato plurifrazionato: ipotizzato un V con angolo tra le bancate superiore ai 90°. Scarichi annegati all'interno del vistoso profilo estrattore centrale (sigillato con minigonne). 

- Zona anteriore della vettura caratterizzata da un muso low-drag, provvisto di sfogo laterale per l'estrazione dell'aria verso l'esterno. Il muso centrale presenta, ai suoi lati, le prese d'aria per il raffreddamento freni. Nella zona anteriore, infine, spicca un interessante elemento aerodinamico. Il profilo estrattore, sigillato in maniera perimetrale mediante minigonne, presenta un prolungamento rialzato, anch'esso perimetrale. Queste vere e proprie paratie laterali "nascondono" e sorreggono un profilo alare "a ponte" a tutta larghezza.

- La fiancata è, senza dubbio, la zona più complessa dell'intera biposto. Qui spiccano, anzitutto, la squadrata presa d'aria radiatori, l'effusore del tunnel radiatori (i cui profili si sviluppano anche nelle carenature delle ruote posteriori) e la presa d'aria motore (in alto destra). Sotto la porzione di fiancata che accoglie il tunnel radiatori (e il numero 7, per intenderci), è presente un vistoso incasso sotto al quale compaiono due step-plane, una sorta di doppio fondo. Questi realizzano una intercapedine dalla sezione di passaggio per l'aria assai stretta, atta a generare una forte depressione. 

Quindi, al di sotto del doppio fondo, si sviluppa l'ultima porzione della fiancata, che risulta essere in posizione particolarmente incassata verso l'interno della vettura. Qui, il fondo è sigillato mediante minigonne. All'esterno, trova posto un ulteriore elemento aerodinamico, che cela al proprio interno un profilo Venturi, debitamente sigillato mediante minigonna.

- Al retrotreno, spicca la carenatura aerodinamica per le ruote posteriori. Questo elemento è contraddistinto da 4 sfoghi, atti ad estrarre l'aria calda proveniente dalle ruote e dai freni.

- Ala posteriore caratterizzata da paratie laterali provviste di soffiature e nervatura aerodinamica. Attacco centrale in fibra di carbonio. 


         

Nessun commento:

Posta un commento