giovedì 23 aprile 2015

Gennaio 2015, studio di vettura Prototipo "side Venturi-rear engine".

Gennaio 2015. 

Studio di vettura Prototipo non conforme ad alcun Regolamento Tecnico vigente. 
Prototipo innovativo e ardito. 
La zona anteriore è caratterizzata da una carrozzeria (davanti le ruote e in corrispondenza delle luci) di ridotto sbalzo e aerodinamicamente favorevole alle alte velocità. 
Il muso centrale accoglie la presa d'aria per i freni anteriori (ricavata centralmente) e un'ala, atta a conferire maggior downforce all'avantreno. L'ingresso del Venturi laterale è, anteriormente, sigillato mediante minigonne fisse. Esso si trova laddove, in altre auto, è collocato il profilo estrattore anteriore. 
L'abitacolo ricalca lo stile "Pellegrini": avanzato e rastremato. 
La fiancata è caratterizzata da diversi e interessanti elementi: appena dietro le ruote anteriori, è visibile l'effusore in rilievo (uno per lato) atto ad estrarre aria dall'avantreno, in basso spicca l'uscita laterale del vistoso Venturi (uno per lato).
Il motore prende aria attraverso due prese d'aria laterali (una per lato, dietro gli sportelli del cockpit); i radiatori (centrali e miniaturizzati), invece, ricevono aria attraverso la presa dinamica posteriore-centrale dietro l'abitacolo. 
Il motore è a sbalzo-posteriore (rear engine, soluzione adottata, su tutti, dalla Porsche, che si discosta dal motore posteriore-centrale, mid-engine). La zona del cofano motore è caratterizzata da sfoghi d'aria a "branchia" e da un ulteriore sfogo d'aria centrale, all'estremità della vettura. 
Il terminale di scarico (uno per lato) è collocato dietro le ruote posteriori: i gas di scarico alimentano l'incasso aerodinamico posto proprio a valle delle ruote posteriori. 
Il fondo-vettura posteriore è piatto e termina con un semplice elemento provvisto di derive verticali perimetrali. 
L'ala posteriore presenta le paratie verticali-laterali connesse alla carrozzeria.
  


  

Nessun commento:

Posta un commento