giovedì 16 aprile 2015

Gennaio 2015, studio di vettura Prototipo "wing-car".

Gennaio 2015. 

Studio di vettura Prototipo non conforme ad alcun Regolamento Tecnico vigente. 
Questa vettura riattualizza il concetto di wing-car, ossia una vettura ad "effetto suolo totale". 
Come si evince, il Prototipo è caratterizzato da una configurazione aerodinamica estrema. 
Anteriormente, spicca la ridotta carrozzeria frontale (a copertura delle ruote, in corrispondenza delle luci). Muso largo e rialzato, il quale accoglie, nella sua superficie dorsale, la presa d'aria per i radiatori motore. 
Superficie e bordo d'ingresso del profilo estrattore anteriore sono connessi al muso mediante appositi sostegni verticali. 
Superficie e bordo d'ingresso del profilo estrattore anteriore sono caratterizzati, al livello perimetrale, da una minigonna fissa e flessibile. All'interno del profilo estrattore anteriore stesso, trova posto - lateralmente -  una deriva verticale anch'essa munita di minigonna flessibile, la quale sfocia appena dietro le ruote anteriori. 
La fiancata è bassa e ridotta all'essenziale; essa, infatti, deve principalmente accogliere - nella sua escursione - la vistosa minigonna mobile atta a sigillare il fondo vettura e i Venturi qui presenti. 
Le prese d'aria per il motore sono ricavate - una per lato, sotto gli sportelli d'accesso all'abitacolo - al di sopra della fiancata. 
A valle del tetto, in corrispondenza del motore, si apprezzano lo scarico alto (uno per lato) e lo sfogo centrale dell'aria calda proveniente dal motore stesso. 
Al retrotreno, la carrozzeria presenta un notevole sbalzo. Essa, nel suo bordo inferiore, presenta una minigonna fissa e flessibile. 
L'ala posteriore principale è integrata alla carrozzeria e presenta un solo profilo alare. 
Un profilo alare supplementare più piccolo è posto davanti l'ala stessa, anch'esso connesso direttamente alla carrozzeria.





Nessun commento:

Posta un commento